Agosto all’Orto

ortomangione siena

Agosto all’Orto

Le estati volano,
gli inverni camminano.
(Charles M. Schulz)

 
Agosto è passato con gran rapidità.
E’ il mese delle vacanze per antonomasia, ma per chi lavora nei campi è uno dei periodi più impegnativi.
Lavorare nell’orto ci trasforma un po’ in maghi e un po’ in veggenti, prevedendo e organizzando le stagioni successive in largo anticipo e pregustando i sapori di verdure invernali anche con 40° all’ombra!!
Il nostro orto ha cambiato quindi lentamente faccia, tantissime piantine nuove sono state messe a dimora e tutti gli spazi si sono riempiti di ogni sorta di cavoli, cicorie, insalate, finocchi e tanto altro ancora. Il lavoro è ancora molto, soprattutto per le zucche che quest’anno sono tante e belle, conservate per l’inverno così da poter assaporare deliziose zuppe nei giorni più freddi che verranno.
 
E’ stato un lavoro impegnativo soprattutto per il gran caldo e la siccità che ci ha costretti a usare con tutta l’accortezza possibile le nostre risorse idriche.
Ma i frutti si vedono già, le nostre piantine crescono che è una meraviglia e mentre la nostra mente pianifica le colture per i mesi freddi, i nostri occhi si posano sui colori estivi e sgargianti delle nostre cassette d’agosto, una gioia per gli occhi e per palato: melanzane, zucchine e friggitelli sono stati i protagonisti dei nostri raccolti, rendendo i nostri piatti sani ma gustosissimi!
 
Quindi ancora grazie al nostro orto che, oltre a fornici frutti della terra buonissimi, ci conduce a viaggi temporali, mescolando le carte tra presente e futuro in un percorso sempre stimolante e vivace.
Viva il nostro orto!!!